Brie Larson (Capitan Marvel) non è interessata all'opinione dell'uomo bianco


Leggendo questa affermazione uno potrebbe pensare sia associata ad un'attrice di colore o nativa americana, invece la bionda e caucasica Brie Larson si è posta come oppositrice alla malvagia patriarchia e supremazia dell'Uomo Bianco che governa il mondo e il business cinematografico.
Così pare.
Che sia vero che in percentuale, negli stati uniti, ci siano più maschi "bianchi" a lavorare come giornalisti, scrittori e registi, affermare di non essere interessata all'opinione degli uomini di pelle bianca e di non voler essere intervistata da questo genere e razza è una cosa razzista e sessista.
Provate a pensare se avesse detto "non mi interessa l'opinione delle donne di colore"... o "non mi interessa l'opinione degli asiatici omosessuali".
Ricapitoliamo un po' le cose: Brie Larson farà la sua prima comparsa nell'Universo Cinematico Marvel (MCU) l'8 Marzo 2019 (Fatalità) come la famosa e acclamata Capitan Marvel... come? Dici che non sai nemmeno chi sia? In effetti il personaggio di Capitan Marvel è  nato in tempi recenti al contrario di tutti gli altri eroi già visti come Capitan America, Iron Man e Thor. In oltre la sua testata, il fumetto a lei dedicato, è già stato rebootato un paio di volte a causa delle poche vendite, ma la Marvel VUOLE farcela piacere.
L'attrice ora sta usando questa occasione per predicare le sue credenze da Social Justice Warrior (SJW), cioè equalità per tutti i generi ed etnie... ma soprattutto la supremazia femminile nel suo caso.
Pensate a quanto è stata pagata: 5 Milioni di dollari. Chris Evans per il primo Capitan America era stato pagato 1 milione di dollari e Chris Hemsworth 150.000 dollari per Thor... ok, era l'inizio e la Marvel non sapeva se avrebbe avuto successo e tutto il resto, per cui confrontiamo con la paga di Chadwick Boseman per Black Panther: 2 milioni di dollari.
Se la Larson avesse voluto veramente l'equalità avrebbe dovuto chiedere di essere pagata uguale ai suoi colleghi maschi, no?

Ma torniamo sul fatto che secondo lei il film è stato fatto per le donne e quindi non per i fan maschi, cosa che ha fatto calare la prospettiva di incassi da 160.000 ad 80.000 (si parla di prospettive per cui potrebbe essere di più o di meno). Sarà collegato il fatto che la virtuosa Brie stia supportando le campagne di crowdfounding per aiutare le ragazzine (femmine) più sfortunate, che magari hanno bisogno di cibo vestiti o altro, per andare a vedere il suo film in modo da essere ispirate.... tirano su soldi per mandare le bambine a vedere un film invece che per comprare delle medicine o cibo... molto virtuoso da parte di Larson visto che poi tutti quei biglietti (pagati anche da uomini bianchi magari) incrementeranno le tasche disney e sue.

In oltre i media stanno acclamando il film come se fosse ultra rivoluzionario perché è un film di super eroi con una donna come protagonista e fornirà un modello di donna forte a cui le ragazze e le donne si possono ispirare... però di super eroine abbiamo avuto Wonder Woman e pure Elektra (anche se non è stato un successo). Per quanto riguarda le donne come protagoniste in film d'azione mi vengono in mente Terminator, Alien, Tomb Rider e proprio in questo periodo Alita angelo della battaglia.

Sembra allora che tutta questa cosa faccia parte di un piano di qualche tipo, fatto sta che per quanto mi riguardo, visto che appartengo alla categoria maschile di pelle bianca e rispetto il volere delle donne, non andrò a vedere il suo film al cinema, a troverò il modo di vederlo in modo da non gonfiare le sue tasche ed ego.


Link di riferimento:
https://www.cbr.com/brie-larsons-captain-marvel-payday-highest-mcu-hero-debut/
https://www.businessinsider.com/disney-rarely-pays-movie-stars-huge-salaries-2018-5?IR=T
https://www.youtube.com/watch?v=DehrDO0K1Ig


Commenti